18. “Non è vero che hai studiato”

Categoria particolare di quelli che preferiscono attaccare ad hominem è quella dei negazionisti. Sono quelli che dubitano, quando non negano apertamente, che un critico delle teorie del proprio idolo possa davvero avere dei titoli o delle competenze maggiori di quelle dell’autore che vogliono difendere a tutti i costi.

È curioso infatti che non abbiano indagato minimamente sul suo passato e sulla sua formazione in ebraico: in un’intervista, lui stesso dice di aver preso 20-25 lezioni di ebraico e aver proseguito qualche mese da autodidatta. Eppure lo chiamano “dott.” e “prof.”. Il fatto che abbia lavorato alle edizioni San Paolo è considerato, molto ingenuamente da parte di chi non conosce affatto il mestiere, il massimo a cui un ebraista possa aspirare. Molti si fidano ancora ciecamente, nonostante, pur di aver ragione contro Dario Bressanini, sia arrivato a spacciare per ricercatore di un centro di ricerca una persona che si vanta di non aver finito neanche le elementari.

Se questi scettici lo fossero fino in fondo e applicassero al loro idolo anche la metà dello scetticismo che applicano verso i suoi critici, forse smetterebbero di essere suoi fan. E forse proprio questo è il motivo per cui preferiscono non indagare e attaccare invece chi osa criticarlo.


Torna alla lista delle obiezioni frequenti.

Una risposta a "18. “Non è vero che hai studiato”"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: