Una chiacchierata da Padre Kayn

Tempo fa, sono stato ospite sul canale Twitch di Padre Kayn, che da anni fa satira sulle religioni, nella sua rubrica settimanale dedicata ai complotti. Mi ha invitato per parlare degli aspetti complottisti di un autore di paleoastronautica italiano, a cui ho dedicato anche un articolo accademico. In effetti, la paleoastronautica nell’Italia di questo inizio millennio ha preso una piega decisamente cospirazionista, poiché va a riallacciarsi a vecchie teorie del complotto che, come ha dimostrato Umberto Eco, sono sempre la stessa teoria in cui di volta in volta cambiano i protagonisti. Agli ormai classici Templari, RosaCroce, Illuminati, Gesuiti, Massoni e ovviamente gli Ebrei, si sono di recente aggiunti gli Alieni, che complotterebbero ovviamente in combutta con tutti gli altri.

La nascita dei moderni complottismi secondo Umberto Eco (da “Protocolli fittizi”, in Sei passeggiate nei boschi narrativi). Ora lo schema andrebbe aggiornato con i presunti alieni che complotterebbero insieme agli altri.

Per questa discussione, rimando al video che ho segnalato all’inizio di questo articolo, che è quello che è andato in diretta su Twitch la scorsa primavera ed è stato ricaricato su YouTube due giorni fa. Qui vorrei esporre delle riflessioni a margine su quelli che considero tentativi falliti di dialogo con i sostenitori di certe teorie paleoastronautiche, che, più che come liberi pensatori dalla mente aperta quali si professano, hanno reagito esattamente come reagirebbero dei fanatici religiosi che si vedessero mettere in discussione il loro credo.

Critica o polemica?

Dal tono e dal contenuto dei numerosi commenti, mi sembra di ricostruire questo quadro ideologico:

  1. la Chiesa ci opprimerebbe col suo monoteismo, nascondendoci la verità sugli alieni;
  2. l’Autore di paleoastronautica di turno, con la sua perizia sull’ebraico, avrebbe svelato questo complotto;
  3. se uno critica le affermazioni dell’Autore, vuol dire che sta difendendo la Chiesa.

Il fatto è che questo quadro ideologico, se correttamente ricostruito, mostra diverse fallacie:

  1. non è chiaro in che modo il monoteismo serva a controllare le masse meglio che una rivelazione degli alieni in tutta la loro superiorità tecnologica;
  2. la perizia nell’ebraico è tutta da vedere e inoltre il complotto lo sta inserendo lui a forza, usandolo come spiegazione di comodo di fenomeni che sono già stati abbondantemente spiegati con la filologia, la storia e tutta una serie di discipline che lui e i suoi seguaci sembrano ignorare (in entrambi i sensi possibili del termine);
  3. se la Chiesa fa affermazioni non scientifiche e l’Autore le contrasta con affermazioni antiscientifiche, mostrare che l’Autore, che ha pretese di scientificità, non sembra avere la più pallida idea dei metodi di ricerca, oltre che delle materie sulle quali va pontificando, non vuol dire che si sta difendendo la Chiesa.

Oltre al fatto che quanto esposto in questi ultimi tre punti è già stato fatto presente nel video e che sembra essere stato bellamente ignorato, in generale traspare una concezione molto polemica della cultura e dello scambio di vedute. Il concetto di “esprimere un disaccordo pur rispettando l’interlocutore” sembra essere, per certe persone, più alieno degli alieni stessi.

Basta guardare i commenti sotto il video per vedere come il discorso sia costantemente e continuamente rivolto alle persone e mai ai contenuti. Nessuna discussione nel merito dell’ebraico, ma sempre e solo sul personale, come se fosse una continua ed estenuante gara a chi vale di più in quanto persona. Dopo diversi e ripetuti tentativi di dialogo, mi sono dovuto arrendere all’evidenza che si partiva con presupposti totalmente diversi.

Non può non venire in mente l’immagine della persona che pretende di voler giocare a scacchi con un piccione: per quanto ci si sforzi di muovere i pezzi in modo corretto, quest’ultimo li butterà per terra annunciando tronfio di aver vinto.

È più che opportuno citare qui le parole profetiche di un ex paleoastronautico confesso:

Non andrei mai da un bambino a dirgli che Babbo Natale non esiste. Lo devono scoprì da soli.

Padre Kayn

Una questione di responsabilità

Perché i paleoastronautici non si rimboccano le maniche e non studiano e non ricercano e non scoprono le cose a cui tengono molto?

Perché non si prendono loro la responsabilità di fare le scoperte, visto che sembrano voler insegnare il mestiere agli esperti veri?

Per la cronaca, è in risposta a un mio commento che riporto testualmente e integralmente:
1) Le edizioni San Paolo sono una casa editrice cattolica, ma NON sono “Il Vaticano”.
2) La traduzione interlineare è una cosa che si fa al primo anno di università, per cui richiede un livello di alfabetizzazione minimo, quanto basta per consultare i dizionari.
3) La metodologia è una questione basilare e fondamentale: se sono traballanti le basi, di conseguenza crolla tutto ciò che vi si costruisce sopra. E comunque critichiamo anche certe sparate che ha fatto.

Uno arriva con questi toni polemici e provocatori sin dai suoi primissimi commenti (come si vede dalla data e dall’ora, per chi volesse controllare) e pretende pure le risposte, e che siano pure a stretto giro! Poi, evidentemente Wikipedia non funzionerà solo a lui, perché non ho mai avuto nessun problema, e sì che la consulto continuamente. Dove io abbia provocato, lo sa solo lui che nel frattempo mi ha contattato sulla pagina Facebook con commenti canzonatori, accusatori o comunque sempre su questi toni beffardi, che mostrano di tutto fuorché rispetto o propensione a un dialogo sereno. E nel frattempo ha pure modificato i messaggi, rimuovendo il turpiloquio, ma per fortuna ho gli screenshot che mostrano che è l’ultimo che può permettersi di fare lezioni di educazione agli altri (tra l’altro ho dedicato quasi due ore a presentarmi da Padre Kayn).

Perché non si prendono la responsabilità della loro ignoranza? Mi spiego meglio: quando, al primo anno di università, scoprii che la Bibbia contiene residui di un’antica fase enoteista della religione ebraica, la mia reazione fu «ah, interessante, non lo sapevo» e la cosa finì lì. Ora che i paleoastronautici hanno scoperto questa notizia, che è presentata da certi autori con il tono da “non vogliono farvelo sapere!1!”, cominciano a vedere complotti dappertutto. Non è servito a niente dire, nel video, che sono cose che sono di dominio pubblico ormai da secoli e che sono state scritte in libri che si trovano in edizione economica e sono stati dati almeno un paio di volte in abbinamento a quotidiani di grande tiratura nazionale. No, sono scattate teorie complottiste anche nei miei confronti, per cui non solo non è stato recepito il fatto che non sono affatto cose nascoste, ma mi si è chiesto, anche con una certa malizia, perché io non le abbia dette prima. Come se io fossi obbligato in qualche modo a ripeterlo in ogni video e a “svelare” certi segreti di Pulcinella, di cui ho già parlato in diverse occasioni e che si trovano tranquillamente in pochi secondi anche digitando “critica biblica” su un qualsiasi motore di ricerca oppure semplicemente aprendo la Bibbia e leggendola. Allo stesso modo, mi chiedono continuamente perché io non critichi la religione, ma a questo ho già dedicato un articolo a parte. Fatto sta che sembra che attendano per forza un Salvatore, un Messia che li tiri fuori dall’inganno, o presunto tale. Per rimanere in ambito religioso, sembra che aspettino la Manna dal cielo, senza muovere un dito per cambiare la loro stessa situazione.

Perché si aspettano che gli altri facciano tutto il lavoro mentre loro non devono muovere un dito?

Sempre a proposito di responsabilità: perché molti di questi lanciano provocazioni nascosti dietro pseudonimi, senza metterci il nome e la faccia? Perché poi puntualmente scappano quando vengono invitati a un confronto in diretta, magari in ebraico, visto che pretendono di insegnarmi il mestiere?

Come mai in sessanta e passa anni, da quando, cioè, esiste la paleoastronautica come la conosciamo noi, nessuno dei suoi vari autori ha mai scoperto nulla di concreto?

Perché non si prendono la responsabilità di questa situazione e, invece di cercare di migliorarla per loro, si aspettano, anzi pretendono, che il mondo accademico assecondi i loro capricci?

Chi sono i veri dogmatici?

Abbiamo questa situazione paradossale in cui un tizio con 25 lezioni dichiarate va in giro a proclamare dogmi che sono solo il frutto di una sua lettura ideologizzata non solo della Bibbia, ma anche delle grammatiche e dei dizionari di ebraico. Tra l’altro, su questo blog e sul mio canale ho anche ampiamente dimostrato che tutta la paleoastronautica è una lettura ideologizzata dell’archeologia, quindi non è certo l’unico o il primo a sovrainterpretare i dati archeologici e documentari.

Costui fa queste affermazioni altisonanti del tipo “non esiste eternità nella Bibbia” (quando invece esistono ben due sinonimi) o “gli antichi non raccontavano favole” e altre corbellerie varie, che chiamo “dogmi” perché, a differenza di come farebbe un qualsiasi accademico che dimostra con prove quanto sostiene, egli li proclama come dati di fatto, senza dimostrazione alcuna. Al posto di dimostrare con prove quanto sostiene, egli “spiega” i suoi dogmi invocando sempre o i complotti o gli alieni (o entrambi), che sono di fatto riferimenti a cose che per definizione sono inaccessibili e quindi indimostrabili (un po’ come Dio), facendo leva solo sulla sua “autorità” derivata dall’aver fatto un lavoro che può fare un qualsiasi studente del primo anno (e, come ho dimostrato, commette errori madornali che non farebbe neanche una matricola).

Tornando in prima persona, ho sempre detto che a me non cambia e non interessa niente se uno crede in Dio o agli alieni, ma che l’approccio storico-critico, che è quello che ho dichiarato sin dall’inizio di usare, racconta una storia molto diversa da quella del racconto biblico, che si rivela un testo scritto con intenti per lo più ideologici, quindi inattendibile dal punto di vista storico. Ho detto, inoltre, che le letture teologica e paleoastronautica sono sovrainterpretazioni che rispetto ma non condivido, e che hanno in comune una fede nell’autorevolezza del testo Biblico, fede che non ho mai detto di avere.

Dall’altro lato, c’è tutto il mondo accademico che è composto da persone che hanno studiato ebraico in modo molto più approfondito (non che ci voglia tanto), inclusi migliaia di madrelingua, che sono quelli che poi scrivono i libri e dizionari che lo stesso autore usa. Tutta gente che dimostra con prove tutto ciò che scrive.

Uno di questi ebraisti, certo non uno dei massimi esponenti, ma il primo che si è deciso a prendere pubblicamente posizione su queste tematiche, si è preso la briga di dimostrare con prove (cosa che l’altro, ricordiamolo, non ha fatto) che i dizionari e le grammatiche dicono tutt’altro rispetto a quello che sostiene una persona non molto esperta in ebraico nella sua lettura ideologizzata che fa della Bibbia.

Ma poi basta vedere i canali in cui appaio: WannaBeBuddha, che bestemmia apertamente in video, OsaSapere (ex AteoTube), lo stesso Padre Kayn che da anni fa praticamente solo video anticlericali, MisteriChannel, che tratta di paleoastronautica e altri temi “alternativi”… e basta vedere i canali in cui non appaio: non sono mai apparso in un canale a tema religioso, attaccando la paleoastronautica per difendere una qualche fede. Eppure, molta gente non sembra voler uscire da questo falso dualismo per cui, se si critica la paleoastronautica, allora si sta difendendo la fede. Sono arrivati a dirlo persino allo stesso Padre Kayn!

Per i diversamente romani: “steccare” vuol dire “spartire”.

Ora mi ritrovo gente che mi accusa di fideismo, tra cui un tizio che mi accusa di dogmatismo, mentre lui si dichiara aperto a tutto, nella stessa frase in cui spara un dogma che ha sentito proclamare dal semianalfabeta (in ebraico) ideologizzato e che ripete in modo acritico.

Dire che la grammatica ebraica sarebbe stata creata ad hoc per il monoteismo è un’affermazione al livello del terrapiattismo, cioè ricorrere usare come “spiegazione” di comodo il dire “ci vogliono controllare!1!”. Ma, come con i terrapiattisti non è chiaro perché mentire sulla forma della Terra sia un modo per controllare, così non è chiaro come il monoteismo sia una forma di controllo più efficace che non, che so, mostare direttamente gli alieni in tutto il loro potere, come ho già detto prima.

Non è il fatto che sia complottista in sé, il problema è che i dati di fatto della filologia, della storia e dell’archeologia e di tutta una serie di discipline mostrano l’esatto contrario di quanto sostiene il sedicente aperto mentalmente, che ha acriticamente accolto e dogmaticamente ripetuto quell’affermazione che ha sentito da una persona la cui onestà intellettuale mi sembra al pari della sua competenza nella lingua, nella storia e nella cultura ebraiche. Immagino che dire e credere che “hanno stato gli aglieni” (che nessuno ha mai visto, né potrà mai vedere, perché complottano nell’ombra) sia “più facile, più seducente” (cit.) che andarsi a studiare tomi su tomi di linguistica, storia delle religioni, archeologia, filologia, ecc. Evidentemente quelle sono cose che ti chiudono la mente. Vuoi mettere, invece, una (non-)risposta che ti evita di farti altre domande? Quella sì, che è apertura mentale!

In un commento successivo, il tizio qui sopra ha specificato che si riferiva ai Masoreti, ma la cosa non cambia: i Masoreti non hanno mica inventato la grammatica ebraica, tantomeno non lo hanno fatto per inserirci a forza il monoteismo, che esisteva già da un millennio e mezzo circa prima di loro! Si sono svegliati un po’ tardi!

Inoltre, che elohim e i suoi equivalenti in altre lingue semitiche (es. ilanu) siano stati usati inequivocabilmente per entità singolari è un’usanza che è stata documentata anch’essa millenni prima dell’avvento dei Masoreti, ed era ampiamente diffusa anche in ambienti apertamente politeisti, come abbondantemente dimostrato (non semplicemente affermato dogmaticamente come fanno invece i paleoastronautici) nel libro che ho citato altrove, A Reassessment of Biblical Elohim di Joel Burnett. L’autore, studiando centinaia di iscrizioni in diverse lingue semitiche, mostra che il termine per “dio” veniva usato al plurale anche per le divinità singole, anche un millennio prima dell’introduzione del monoteismo.

Dato, quindi, che l’uso singolare di un termine plurale è ampiamente attestato in culture apertamente politeiste, viene a cadere il dogma della paleoastronautica, sencondo cui l’uso al singolare di elohim sarebbe una sorta di supercazzola inventata per nascondere la verità sugli alieni – quando poi, tra l’altro, sarebbe bastato cambiare direttamente i testi, invece di fare una cosa così contorta come modificare solo i predicati al singolare, lasciando i sostantivi al plurale. Migliaia di madrelingua hanno avuto millenni di tempo per nascondere tutto, ma non hanno fatto i conti con uno che ha preso 20-25 lezioni e che invece ha svelato l’inganno! Ci sarebbe da ridere, se tutto ciò non fosse preso sul serio da così tanta gente incattivita verso il mondo e verso chi si permette di mettere in discussione le loro teorie preferite.

Ho visto molti commenti trasudare ignoranza nel senso peggiore del termine, cioè quando scade nell’antintellettualismo e nel rifiuto del sapere, per non parlare del non essere assolutamente in grado, o non avere nessuna voglia o interesse, di discutere serenamente delle questioni oggettive, ma buttarla sempre e continuamente sul personale.

Sono francamente sconfortato dall’impossibilità di dialogo. Difficile dialogare serenamente quando l’interlocutore presume che tu sia in malafede, sia pagato dal Vaticano, stia difendendo una qualche fede, ecc. D’altronde, anche se queste illazioni fossero vere, l’importante sarebbe sempre e comunque la validità degli argomenti. In teoria potrei essere il peggior truffatore pluricondannato del mondo, ma se porto delle prove concrete, sono quelle che contano, non chi sia o non sia, o che titoli abbia o non abbia.

L’insistenza nel voler sapere per forza se io sia credente o meno mostra, a mio avviso, una certa pigrizia mentale: molto più facile liquidare l’altro come credente e ragionare per schieramenti che analizzare e ponderare le varie argomentazioni e alla fine farsi una propria idea critica. Insistere a occuparsi della persona invece che degli argomenti è un ottimo pretesto per non pensare. Che questo atteggiamento sia dettato da pigrizia mentale o incapacità di pensare da sé stessi, è una questione che va al di là delle mie competenze e poi sarebbe ipocrita da parte mia parlare delle persone piuttosto che degli argomenti, per cui torniamo su questi ultimi.

Ho per caso commesso errori oggettivi come quelli che ho corretto io stesso all’Autore? Bene, parliamone. Finora, però, nessuno ha detto niente del genere o si è degnato di impostare il discorso su ciò che ho detto o scritto, ma tutto ciò che ha voluto o potuto fare sono sempre e solo provocazioni, in alcuni casi anche molto puerili.

Eppure, abbiamo da un lato uno che proclama dogmi dichiarando di non avere prove, dall’altro io che porto le prove che l’altro si sbaglia ma, a leggere i commenti, il dogmatico sarei io.

Boh.

D’altronde i fan della paleoastronautica sono campioni mondiali di proiezione. Costui va dicendo che sarebbero stati tanti (altrove dice “migliaia”) ad aver confutato la paleoastronautica entrando nel merito dell’ebraico. Come si fa a dialogare con uno che dà per scontato che tu sia in malafede?

Mi sono imbattuto per caso in una citazione sugli antisemiti attribuita a Jean-Paul Sartre, che curiosamente mi ha ricordato in tutto e per tutto la discussione avvenuta in mille e passa commenti sotto il video di Padre Kayn. La traduco qui:

Non pensare mai che gli antisemiti siano completamente inconsapevoli dell’assurdità delle loro risposte. Sanno che i loro commenti sono frivoli e molto discutibili. Ma si divertono, perché è il loro avversario che è obbligato a usare le parole in modo responsabile, poiché egli crede nelle parole. Gli antisemiti hanno il diritto di giocare. A loro piace persino giocare con il discorso perché, fornendo ragioni ridicole, screditano la serietà dei loro interlocutori. Si deliziano nell’agire in malafede, perché non cercano di persuadere con solide argomentazioni, ma di intimidire e sconcertare. Se li stringi troppo all’angolo, improvvisamente si ammutoliranno, indicando con qualche frase arrogante che il tempo della discussione è finito.

Jean-Paul Sartre

3 risposte a "Una chiacchierata da Padre Kayn"

Add yours

  1. Egregio Cùscito:

    “Uno arriva con questi toni e pretende pure le risposte”.
    Veramente era da un bel pezzo che commentavamo quando le ho scritto quel commento, non era la prima volta che commentavamo!!
    Be’, se uno si fa intervistare in un video, è possibile che poi una persona che vede l’intervista le ponga delle domande, è una cosa naturale. Tutt’altro che naturale è invece che l’intervistato si rifiuti di rispondere!! Di solito chi ha qualcosa da nascondere non risponde alle domande del pubblico… Lei ha forse qualcosa da nascondere??

    “E che siano pure a stretto giro”.
    Chiedere di risponde prima di 24 ore è una richiesta a stretto giro??
    E secondo lei quanto tempo deve passare prima di rispondere??

    “Poi, evidentemente Wikipedia non funzionerà solo a lui”.
    Molto probabilmente avevo un problema con il mio provider!! Comunque in quel momento avevo problemi ad accedere a Wikipedia, lei è liberissimo di crederci oppure no, solo che poi non si deve lamentare se anche io non credo che lei abbia realmente delle lauree o dei dottorati di qualsiasi tipo!!

    “Perché non ho mai avuto nessun problema, e sì che la consulto continuamente”.
    Beato lei, evidentemente abbiamo provider diversi!!

    “Perché non si prendono la responsabilità della loro ignoranza?”.
    Io mi prenderò la responsabilità della mia ignoranza il giorno che lei risponderà alle mie tre domande che lei ben conosce!!

    Buona serata e risponda se ha gli strumenti per farlo!!

    "Mi piace"

  2. Egregio “DOTTOR” Cùscito, vedo che è rimasto bloccato dopo i miei interventi sotto il video di padre Kayn. Allora per darle una risvegliata ho deciso di rispondere a delle affermazioni che ha fatto su questa pagina:

    23° rigo di questa pagina web:
    “Qui vorrei esporre delle riflessioni a margine su quelli che considero tentativi falliti di dialogo con i sostenitori di certe teorie paleoastronautiche”.
    TENTATIVI FALLITI???
    Ma quali tentativi se lei non ha mai risposto a nemmeno una delle mie domande!!

    30° rigo di questa pagina web:
    “Critica o polemica?
    Dal tono e dal contenuto dei numerosi commenti, mi sembra di ricostruire questo quadro ideologico:
    1. La chiesa ci opprimerebbe col suo monoteismo, nascondendoci la verità sugli alieni”.
    La bibbia non parla di un solo dio, ma di tanti dei, dei come: Camos, come è scritto molto chiaramente su Giudici 11,24, Milcom come è descritto in 1Re 11,7, Astàrte, come è descritto in 2Re 23,13, al quale ne parla lo stesso Salomone, ecc. ecc. ecc.

    “2. L’Autore di paleoastronautica di turno, con la sua perizia sull’ebraico, avrebbe svelato questo complotto”.
    Biglino non è “L’AUTORE DI PALEOASTRONAUTICA”, infatti i suoi libri parlano soprattutto del fatto che la bibbia non parla di dio. Anzi per la precisione c’è un solo libro che parla di alieni, e cioè: “Il dio alieno della Bibbia”. E basta!!
    Dunque il bersaglio di Biglino e dei suoi libri non è parlare di complotti o di paleoastronautica (come a lei piace pensare e far pensare), ma è soprattutto chiarire che LA BIBBIA NON PARLA DI DIO!!

    “3. Se uno critica le affermazioni dell’Autore, vuol dire che sta difendendo la Chiesa”.
    Non sapendo che lavoro fa lei, e e soprattutto come porta a casa oltre alla pagnotta anche i soldi per pagarsi: questo sito, i suoi video su YouTube con le pubblicità annesse, ecc. ecc. ecc. non possiamo che presumere che sia la “SANTA” sede a pagarle lo stipendio e tutte le spese!!
    Ci dimostri le sue credenziali e che lavoro fa, e solo dopo possiamo capire se lavora per la “SANTA” sede oppure no!!

    38° rigo di questa pagina web:
    “Il fatto è che questo quadro ideologico, se correttamente ricostruito, mostra diverse fallacie:

    1. Non è chiaro in che modo il monoteismo serva a controllare le masse meglio che una rivelazione degli alieni in tutta la loro superiorità tecnologica”.
    E ovvio che avere un solo dio, ma soprattutto un dio che ami tutte le persone della faccia della terra sia molto meglio e meno faticoso per la “SANTA” sede di tanti dei!! Lo stesso Costantino si prodigò per fare della chiesa la “SANTA” romana chiesa, l’unica chiesa che sarebbe stata accettata nella sua immensa nazione. Un solo dio = un solo verbo, altrimenti sarebbe stata una storia infinita!!

    “2. La perizia nell’ebraico è tutta da vedere e inoltre il complotto lo sta inserendo lui a forza, usandolo come spiegazione di comodo…”.
    Dice?? Se vogliamo parlare della perizia nell’ebraico ci spieghi se Elohim è singolare (come dice la “SANTA” sede), e se la traduzione di Kavod è veramente:
    “LA GLORIA DI DIO”. Risponda a queste domande egregio “DOTTORE”, se ne è capace!!

    “3. Se la Chiesa fa affermazioni non scientifiche e l’Autore le contrasta con affermazioni antiscientifiche, mostrare che l’Autore, che ha pretese di scientificità…”.
    Ma che la chiesa e che la stessa bibbia faccia affermazioni non scientifiche è più che palese, è chiaro come la luce del sole!! Mentre che l’Autore (come lo chiama lei), ossia Biglino (non lo chiama per nome perché ha paura di ricevere denunce o querele??), faccia affermazioni antiscientifiche lo dice solo lei!!
    Può dimostrare con prove tangibili che Biglino faccia affermazioni antiscientifiche si o no??

    “Oltre al fatto che quanto esposto in questi ultimi tre punti è già stato fatto presente nel video e che sembra essere stato bellamente ignorato”.
    Non ricordo di averlo sentito nel video, e comunque adesso le ho risposto, per cui attendo una sua eventuale risposta, anche se ci credo poco che lei mi risponda, quando non sa come rispondere alla gente lei, “bellamente”, le ignora, dico bene o sbaglio??

    “Basta guardare i commenti sotto il video per vedere come il discorso sia costantemente e continuamente rivolto alle persone e mai ai contenuti”.
    Non è assolutamente vero. Cioè io me la sono presa con lei solo ed esclusivamente perché rideva di Biglino che ha fatto solo 25 lezioni, ma lei si rifiutato di mostrare le sue credenziali. In poche parole non dovrei credere a Biglino perché ha fatto solo 25 lezioni di ebraico e dovrei credere ad uno che si vergogna anche di mostrare le sue credenziali??? Ma siamo matti?? Almeno Biglino non nega mai di aver fatto solo 25 lezioni di ebraico, per cui è una persona onesta in confronto a lei che nega le sue credenziali a chi commenta!!

    “Dopo diversi e ripetuti tentativi di dialogo”.
    MA QUALI 😀 😀 😀 :-D??
    MA QUANTO MAI?? MA SE LEI NEMMENO RISPONDEVA ALLE MIE DOMANDE, FIGURIAMOCI SE DIALOGAVA 😀 😀 😀 😀 😀 :-D!!
    Egregio Cùscito lei sogna troppo la notte 😀 😀 😀 :-D!!

    “Non può non venire in mente l’immagine della persona che pretende di voler giocare a scacchi con un piccione: per quanto ci si sforzi di muovere i pezzi in modo corretto”.
    Ma lei non si è nemmeno sforzato di muovere i suoi pezzi, restava ammutolito a qualsiasi mia domanda, ma se lo ricorda o no che io le ho fatto migliaia di domande, domande a cui lei si è SEMPRE rifiutato di rispondere. E adesso parla di tentativi di dialoghi falliti 😀 😀 :-D!!
    Ma è sicuro di ricordare bene quello che è successo, oppure no??
    Comunque a tutti coloro che seguono questo sito: ANDATE A VEDERE I COMMENTI SOTTO AL VIDEO DI PADRE KAYN E POI DECIDERETE VOI!!

    “Perché i paleoastronautici non si rimboccano le maniche e non studiano e non ricercano e non scoprono le cose a cui tengono molto?”.
    Ma perché lei si infogna sempre di più in questa paleoastronautica e mai nelle traduzioni di Biglino?? La paleoastronautica è una tesi di Biglino (non ha mai detto che è reale, è solo una sua teoria), mentre le traduzioni no, quelle sono concrete e reali, MA LEI NON NE VUOLE MAI PARLARE, CHISSA’ COME MAI 😀 😀 😀 :-D???

    “Perché non si prendono loro la responsabilità di fare le scoperte, visto che sembrano voler insegnare il mestiere agli esperti veri?”.
    E chi sarebbero questi esperti veri?? Forse lei 😀 😀 :-D??
    Biglino legge la bibbia facendo finta che quello che ci sta scritto sia realmente accaduto, e questo lo ha sempre detto, sin dai primi tempi. E tutto quello che ha scoperto lo ha scoperto sulla bibbia, che è il suo pane quotidiano!! E lei nel frattempo che scoperte ha fatto??

    Per questa sera è tutto egregio “DOTTOR” Cùscito, mi sono divertito abbastanza per oggi. Alla prossima e mi raccomando non faccia sogni morbosamente proibiti 😀 😀 😀 :-D!!

    "Mi piace"

  3. Egregio “DOTTOR” (BALANZONE) Cùscito, cosa fa??
    Depenna i commenti che non le piacciono??

    Come mai non le andato bene il commento che ho scritto ieri sera??
    Forse perché dicevo troppo la verità egregio dottor Balanzone 😀 😀 😀 :-D??

    Certo a lei la verità non piace affatto, dico bene??
    Preferisce le sue grandissime puttanate!! Dico bene o erro??

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: